Appunti di viaggio

Appunti di viaggio

appunti di viaggio rete al femminile biella
[Foto di Francesca Savino]
Quando a ottobre, nella meravigliosa cornice offerta dalla reticella Giulia Chiaberge, ho avuto la fiducia del gruppo di Biella per succedere a Chiara Magnani ecco, lo posso dire, mi si è ghiacciato il sangue nelle vene.

 

Il mio nuovo ruolo come leader del gruppo locale di Rete al Femminile Biella

Sì perché la Rete al Femminile è in continuo movimento sia a livello nazionale sia a livello locale e stare al passo con il susseguirsi delle novità, delle idee non è facile, una bella sfida.

Parlando con Chiara, che ancora oggi mi guida e mi supporta e che ringrazio qui e qui e poi qui, la prima cosa che mi ha detto è ‘Non fare tutto da sola perché l’impegno è enorme’.

Bisogna sempre tener conto che la Rete prospera grazie al lavoro volontario delle reticelle e che essendo un network dedicato alle donne in proprio per fare rete, creare collaborazioni e molto di più, ognuna di noi ha un’impresa da far funzionare o da far decollare. Per cui spesso il tempo è poco.

E quindi unendo i due aspetti tante cose da fare + poco tempo a disposizione mi sono messa a stilare una lista di quello che avrei voluto fare e delle persone che volontariamente si sono dichiarate disposte a darmi una mano. Come un gioco enigmistico, insomma.

 

In primis, cosa vorrei che fosse la Rete?

Vorrei che fosse un punto di riferimento sul territorio quando si parla d’imprenditoria e donne e per fare questo credo che sia importante che il territorio conosca la Rete di Biella. Questo è un lavoro da dividere tra tutte le associate che a oggi sono 49. Come si fa? Semplice: on-line, condividendo le comunicazioni che vengono proposte, e offline, parlando della propria esperienza di reticelle. Militiamo ragazze, militiamo.

 

Comunicare 

La nostra rete locale di Biella è presa a modello nelle riunioni nazionali (la prossima sarà a Firenze l’8 febbraio) per come si racconta online grazie all’infaticabile lavoro della redazione che scrive, edita e promuove gli articoli delle varie reticelle pubblicati sul nostro blog. Nel caso in cui qualcuna fosse interessata a far parte del gruppo, può scrivere a questo indirizzo mail: redazione@retealfemminilebiella.com.

Con l’esterno comunichiamo anche grazie alla pagina Facebook, che ci permette di essere presenti con dei post ispirazionali, informativi ed educativi sui diversi temi legati all’essere donna e libera professionista. Gestita finora da Silvia Cartotto, dal 2019 se ne occuperanno Francesca Savino, Laura Pezzutto ed Eugenia Brini.

Tutto ciò basta? No, purtroppo no. Infatti con Tatiana Cazzaro ho analizzato l’anima della Rete di Biella e ci siamo accorte di come il nostro pubblico, attuale e potenziale, potrebbe essere ancora legato alla fruizione delle informazioni attraverso i giornali tradizionali e per cui stiamo impostando una serie di comunicati stampa da inviare alle testate locali, perché anche su questi media si legga di noi e del nostro lavoro.

Un impegno che la Rete ha e che va comunicato è la collaborazione con il Tavolo Provinciale delle Pari Opportunità, incarico di cui si occuperanno Francesca Tanini e Sara Togni, la vice leader.

La nuova redazione

A partire dal 2019, la redazione diventerà più grande: a Silvia Sola, Tatiana Cazzaro, Francesca Savino, Chiara Lorenzetti, Chiara Magnani, Silvia Cartotto, Sara Togni, Eugenia Brini si affiancheranno Carolina Masieri, Laura Pezzutto, Francesca Tanini e la sottoscritta.
 

Accogliere

Ci troviamo una volta al mese e gli incontri sono divisi in un’oretta di formazione con discussione su un tema specifico e una di networking. Il luogo dell’incontro è, di solito, la Sala mostre del Sella Lab, un pregevole esempio di come si può recuperare l’archeologia industriale e renderla innovativa. A volte capita che una reticella ci ospiti a casa sua o nella sua sede di lavoro e quindi, soprattutto nei mesi estivi, andiamo in gita!

Sul tema dell’accoglienza vogliamo lavorare su vari fronti sia per le reticelle già iscritte sia per le aspiranti tali e le new entry:

1. Il gruppo chiuso su Facebook

Le associate comunicano attraverso il gruppo chiuso e segreto della rete di Biella gestito direttamente dalla sottoscritta (così vedete che faccio qualcosa pure io). Questo luogo riservato è di tutte e vorremmo che diventasse un vero e proprio crocevia di scambi tra di noi. Istituiremo a breve, allineandoci alle direttive della Rete Nazionale il welcome kit in cui si potrà trovare la mission della Rete e i riferimenti di contatto delle persone che si occupano delle varie attività in corso. Vorremmo poi creare una sorta di catalogo visivo delle Reticelle con foto, nome, attività e contatti in modo che se qualcuna di noi ha bisogno di trovare una professionalità specifica lo può sfogliare.

2. Gli incontri mensili del gruppo

Negli incontri mensili vorremmo creare una sorta di welcome kit per le nuove arrivate con un momento in cui Elena Bobbola, che già si occupa della logistica della sala (prenotazione, messa in opera degli strumenti e segnaletica) e Francesca Savino, che a sua volta si occupa di fotografare gli eventi,  possano spiegare loro la natura e la filosofia della Rete. In più con Sara Togni sto cercando di istituire un’area bimbi per permettere alle mamme di venire accompagnate con i proprio pargoli.

 

Formare

Una delle attività che mi sta più a cuore perché trovo sia un vero valore aggiunto della Rete di Biella è quella del Circolo Formativo. Carolina Masieri, coadiuvata da altre reticelle, si occupa di fare da tutor a tutte le associate che vogliono organizzare un corso e utilizzare la Rete per testarlo.

Il corso, quindi, non dev’essere mai stato presentato in altra sede. Questa è veramente un’opportunità spaziale sia per chi progetta il corso sia per le Reticelle che si trovano a poter partecipare a dei momenti formativi a un prezzo amico e in un contesto conosciuto dove confrontarsi e far domande ai docenti è veramente facile. I corsi spaziano dal social media management fino alla calligrafia cinese attraversando l’uso di tool grafici e la conoscenza del proprio sé.

Personalmente ho deciso di farli tutti, il mio unico nemico è il tempo.

 

Ringraziandoti ancora per la fiducia ti chiedo di contattarmi in qualsiasi momento se volessi condividere con me idee e dubbi sulla Rete o semplicemente dirmi come ti immagineresti la nostra Rete.

Mi trovi facilmente su Facebook, Instagram e LinkedIn.

Ti aspetto, a presto!

Marie Louise

Chi sono: Marie Louise Denti

Sono Marie Louise Denti accompagno le imprese a trovare la loro identità visiva: progetto strategie di comunicazione concrete ed essenziali. Visual e slide designer: una vera e propria Slide Queen. Con entusiasmo. E bon fait.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *